Go to content Go to navigation Go to search

Big data bubble burst · 2015-11-17 by mmzz

Da molte parti si legge che i big data non mantengono le promesse (i dati non fruttano) e che sarebbe imminente lo scoppio di una bolla speculativa con il conseguente crollo dei mercati collegati.

Se così fosse, si potrebbe legittimamente considerare l’ammassamento dei dati da parte delle varie agenzie governative US come una misura keynesiana per creare una “effective demand” e compensare la sovraproduzione.